Santuario della Madonna del Sasso

Da Orta S. Giulio e gran parte della riva orientale del lago d’Orta si nota un bianco santuario isolato sull’opposta sponda, collocato quasi in bilico su di un impervio sperone roccioso: si tratta del santuario della Madonna del Sasso (ca. 650 m slm), posto nell’omonimo Comune.

E’ uno dei luoghi più visitati da locali e viaggiatori, lo si può raggiungere in auto da San Maurizio d’Opaglio o Alzo di Pella, oppure a piedi lungo un piacevole sentiero intitolato agli scalpellini: qui, per molti decenni, hanno lavorato cavapietre e scalpellini, essendo luogo di una famosa cava di granito bianco assai prezioso. L’attività estrattiva durò per circa un secolo, fino agli anni Cinquanta.

La chiesa (aperta in alcuni orari) venne edificata intorno alla metà del Settecento e ha interni molto eleganti e ricchi di decorazioni secondo il gusto del tardo barocco. La vista che si ammira dal sagrato della chiesa è letteralmente mozzafiato: da quassù si gode tutta, ma veramente tutta, la bellezza del Cusio e delle sue verdeggianti colline, e nelle giornate di cielo limpido si vede sulla destra la Pianura padana che va degradando fino ai grattacieli di Milano! Un panorama davvero indimenticabile che vale una visita anche solo di pochi minuti.

Accanto alla chiesa avrete la possibilità di fare un piacevole picnic all’ombra di grandi alberi o accomodarvi al piccolo bar per un cappuccino, una bibita o uno snack.
I grandi pullman non possono raggiungere il sito, ma noi sapremo indicarvi il modo migliore per arrivarci (dal 2017: possibilità di salire usando il locale Trenino turistico).