Il Lago d’Orta

Una visita guidata del romantico lago d’Orta, se ancora non lo conoscete, è davvero d’obbligo!

Visitarlo in compagnia di una Guida turistica locale, che lo vive ogni giorno dell’anno, garantisce infatti un’esperienza davvero completa! Il lago d’Orta – lo diciamo con orgoglio: il più limpido e pulito di tutti i grandi laghi italiani! - è il lago a misura d’uomo per eccellenza, nè troppo grande nè minuscolo, per nulla cementificato, costellato di paesini antichi dai tetti in pietra, i muri dipinti e decori barocchi di inaspettata eleganza: proprio qui, infatti, lo stile montano fatto di sassi, pietra e legno si è sapientemente fuso, nei secoli passati, con il sofisticato e colorato stile della pianura, delle cittadine padane

Accanto a visite di tipo culturale, numerose e bellissime, sul lago d’Orta si possono svolgere numerose attività sportive come trekking, mountain bike, nordic walking, climbing, nuoto, immersioni, vela, canottaggio e passeggiate a cavallo.

Lungo circa 13 km, e profondo al massimo 143 metri, il Lago d’Orta è tutto piemontese, a pochi chilometri dal Lago Maggiore. Lo si può raggiungere in mezz’ora o poco più sia da sud (Uscite A26: “Arona” o “Borgomanero”) che da nord (da Stresa, Baveno o Verbania), o anche direttamente da Stresa, per strada tortuosa ma assai piacevole in direzione Gignese. Il vistoso massiccio del Mottarone (1491 m.) separa i laghi Maggiore e d’Orta e ne costituisce un balcone panoramico di estrema bellezza.

La cittadina più popolosa del lago d’Orta – detto anche Cusio – è Omegna (15.000 ab.) che chiude a nord il bacino, nota a tutti per l’allegro e grande mercato del giovedì. Alcuni deliziosi paesini punteggiano entrambe le coste del lago nel cui centro spiccano l’Isola di San Giulio e una pittoresca penisoletta su cui si trova la perla del Cusio: Orta San Giulio.
Questo antico borgo, piccolo e magnifico, è ogni anno meta di migliaia di turisti, ciononostante affascina chiunque per quel senso – gelosamente conservato – di autentico ed esclusivo che ha saputo conservare. Numerosi sono i negozietti, i café e i buoni ristoranti, uno dei quali vanta ben due stelle Michelin! In cima al promontorio di Orta sorge un sito Unesco di grande interesse sia artistico che naturalistico: il Sacro Monte di S. Francesco (XVII-XVIII sec.), l’unico tra i 9 Sacri Monti di Piemonte e Lombardia dedicato a un santo! Orta, il Sacro Monte e l’Isola di San Giulio sono attualmente le mete più richieste per una visita guidata di mezza giornata o giornata intera. Ma le bellezze che il Cusio custodisce sono molte di più e questo sito, Ortaeoltre.it, ne descrive una buona parte. Sul lago ci si muove agilmente coi mezzi pubblici di navigazione che durante la bella stagione hanno corse pressoché continue. L’Isola di San Giulio è assai gettonata per le visite guidate: la sua storia è affascinante e la Basilica, antica di ben 9 secoli, racchiude tesori d’arte preziosi. Nel cuore dell’isola sorge uno dei Monasteri benedettini più importanti d’Italia con un’ottantina di monache: non è luogo di visite guidate vigendo la regola della clausura.

Alcuni punti intorno al lago d’Orta offrono panorami mozzafiato. Tra questi: il Sacro Monte di Orta, il Santuario della Bocciola, la Madonna del Sasso, il Convento del Monte Mesma, il borgo di Quarna, il Monte Mottarone. Consultate le schede dedicate ad essi e contattateci senza impegno per una visita guidata, dovunque desideriate andare!



Galleria fotografica