Miasino

Miasino è un piccolo comune a pochi minuti di auto da Orta San Giulio.

Di origini medievali, l'abitato si è arricchito e sviluppato tra il Cinque e il Seicento e ancora oggi si presenta come un tempo: le sobrie facciate barocche, i vicoli acciottolati e i cortiletti interni, spesso nascosti dai pesanti portoni lignei tutti lavorati.

Il moderno a Miasino è quasi inesistente e vi si respira un passato più vivace e movimentato di oggi. Ma sono anche il silenzio e la tranquillità dei viottoli a renderlo affascinante e pieno di mistero. In paese sorge anche un monastero di clausura abitato dalle monache agostiniane.

Gioielli incontrastati di Miasino sono la splendida Villa Nigra, dagli esterni quasi tutti completamente affrescati, edificata in età rinascimentale dalla ricca e potente famiglia dei Martelli, e la grandiosa chiesa parrocchiale di San Rocco, progettata dal grande architetto lombardo Francesco M. Richino nel 1627 ed espressione tipica dell'età borromaica. All'interno, veri tesori d'arte custoditi con attenzione, molti dei quali recentemente restaurati. Dal romantico sagrato erboso della chiesa si godono Miasino dall'alto, coi suoi antichi tetti in beola, e le verdi, incontaminate colline del Vergante.

Durante la visita guidata si visiterà anche il giardino di una storica villa da cui si gode un panorama mozzafiato del Lago d'Orta. Intorno a Miasino e alle sue antiche frazioni di Pisogno e Carcegna ci sono bellissimi e facili sentieri che si snodano tra boschi di faggi e castagni e grandi prati. Non è raro avvistare diversi tipi di uccelli e caprioli.

Possibilità di passeggiate a cavallo.